Mentre il dollaro indebolisce, le azioni statunitensi, l’oro, l’argento e il bitcoin stanno inseguendo nuovi massimi

Tipps

Il 5 agosto è stata una giornata interessante nei mercati azionari, dei metalli preziosi e dei criptomercati, con il Nasdaq e l’oro che hanno raggiunto nuovi massimi di tutti i tempi, l’argento che ha quasi raggiunto un massimo di otto anni, e il Bitcoin che ha superato il 4% rispetto al dollaro per superare gli 11.750 dollari.

Cominciamo con il dollaro americano

Come ha riferito oggi MarketWatch, l'“Indice del Dollaro USA“ (DXY) – che è „progettato, mantenuto e pubblicato dall’ICE (Intercontinental Exchange, Inc.)“ – è „un indice (o misura) del valore del dollaro USA rispetto a un paniere di valute estere“. Queste altre valute sono EUR, GBP, JPY, CAD, SEK e CHF.

Come si può vedere nel grafico sottostante di TradingView, l’indice del dollaro USA è sceso di circa il 4,16% a luglio (chiudendo il mese a 93,38), che è stato il più grande calo mensile degli ultimi 10 anni. E oggi, il DXY è sceso dello 0,57 (o 0,61%) a 92,82.

Poco dopo che la pandemia di COVID-19 ha raggiunto gli Stati Uniti, tutti erano in preda al panico e la risorsa rifugio sicuro scelta era il Tesoro degli Stati Uniti. Il 20 marzo, quando il Dow è sceso di oltre il 4,55%, l’indice del dollaro ha raggiunto il massimo intraday di 102,99, il più alto dal 19 dicembre 2016.

Allora, perché dovremmo preoccuparci dell’indice del dollaro?

Il rapporto di MarketWatch dice:

„Alcuni analisti vedono il successivo rilassamento come un semplice segno che gli investitori sono più fiduciosi nelle prospettive di crescita economica globale, mentre altri temono che la debolezza del dollaro possa segnare un passo verso l’erosione del suo status di prima valuta di riserva mondiale“.

E gli appassionati di crittografia vedono il declino del valore del dollaro USA come un segno che un giorno il mondo potrebbe essere pronto ad accettare il Bitcoin Trader come principale valuta di riserva.

Perché il dollaro americano sta diminuendo?

Beh, ci sono molti fattori in gioco, ma tre potenziali spiegazioni lo sono:

La consapevolezza che occorreranno molti più stimoli monetari e fiscali per salvare l’economia statunitense di fronte alla continua lotta contro l’impatto economico della pandemia COVID-19.
La lotta che la Casa Bianca, i Repubblicani del Senato e i Democratici alla Camera sta conducendo per raggiungere il consenso su un pacchetto di stimoli fiscali che possa rispondere adeguatamente alle esigenze sia dei singoli che delle imprese.
Dati economici statunitensi più deboli del previsto (come la spesa edilizia statunitense).

Quindi, in che modo il calo del dollaro USA influisce sui prezzi dei beni?

Beh, tradizionalmente (almeno, risalendo al 1988), il dollaro statunitense ha dimostrato una correlazione negativa con l’indice S&P 500 (SPX). Man mano che il dollaro scende, le grandi multinazionali statunitensi, che tendono ad ottenere una percentuale maggiore delle loro entrate totali dall’esterno degli Stati Uniti, dovrebbero trarne vantaggio, e quindi i loro prezzi delle azioni dovrebbero salire.

Mercoledì, il Dow ha esteso la sua striscia vincente a quattro giorni, terminando la giornata a 27.201,52, con un aumento di 373,05 punti (o 1,39%).

Il Nasdaq ha battuto 11.000 punti alle 14:45 Eastern Time (o 18:45 UTC), che è un nuovo massimo storico (ATH), e ha chiuso a 10.998,40, con un aumento di 57,23 punti (o 0,52%).

L’S&P 500 ha chiuso a 3.327,77, con un incremento di 21,26 punti (o 0,64%); come ha sottolineato la reporter di Bloomberg Katherine Greifeld, questo è circa il 2% al di sotto del suo ATH.

Per quanto riguarda le materie prime come l’oro, l’argento e il Bitcoin, il calo del valore del dollaro USA, così come le preoccupazioni per le tensioni geopolitiche (come le parole sempre più accese che escono da Washington e Pechino) e l’alta inflazione futura, sta motivando gli investitori a cercare negozi di valore alternativi, il che contribuisce a spingere al rialzo i prezzi di tutti e tre questi beni, in particolare l’oro e il Bitcoin.

Per quanto riguarda i metalli preziosi, l’oro ha raggiunto un massimo intraday di 2.055,76 dollari, che è l’ennesimo nuovo ATH. Nel frattempo, l’argento ha raggiunto un massimo intraday di 27,133 dollari, che è quasi un massimo di otto anni.

Infine, per quanto riguarda il Bitcoin, secondo il CryptoCompare Index, alle 21:10 UTC del 5 agosto, il Bitcoin ha superato il livello di 11.750 dollari per raggiungere un massimo intraday di 11.757 dollari.